lunedì, Febbraio 18, 2019
Home 2015 Marzo

Archivi Mensili: Marzo 2015

Dieci milioni di telespettatori, venti milioni di orecchie tese verso la televisione non per seguire il solito show e la consueta trasmissione di dibattiti inconcludenti, ma per ascoltare la presentazione dei dieci comandamenti fatta da un comico (e la novità è già in sé tutta una programma!).
Quali sono gli effetti prodotti dai moderni mezzi di comunicazione sulle nostre relazioni? I tanti amici virtuali sono davvero “amici” oppure sono espressione di una relazione in realtà inconsistente e perciò effimera? Quando è che ad una relazione si può attribuire il nome di “amicizia”? In quale modo stiamo soddisfacendo il nostro bisogno di avere amici? Stiamo a nostra volta cercando di essere amici degli altri? Quale valore può avere l’amicizia nella relazioni interpersonali all’interno di una chiesa locale?
Sappiamo di essere condizionati dal pensiero filosofico corrente ma anche da uno spiritualismo pseudocristiano privi di fondamento biblico? Quali pericoli si nascondono per la salute del nostro corpo, ma anche dell’anima e dello spirito, dietro l’attribuzione all’opera del maligno di ogni malattia e dietro l’idea, oggi sempre più ricorrente, che il cristiano debba scoppiare sempre di salute e, se malato, guarire comunque?
Come mai è importante non sottovalutare anche le opportunità, che noi valutiamo piccole e insignificanti, che il Signore ci offre di trovarci in un certo luogo, in una certa situazione? Cosa è più proficuo per noi: essere dove scegliamo di stare noi oppure accettare di essere là dove il Signore vuole che noi siamo? Abbiamo mai riflettuto sul fatto che Dio ha sempre un piano per noi e nulla avviene per caso?
Siamo consapevoli, come discepoli di Cristo, che il nostro identificarci con lui ci espone ogni giorno ad una vera e propria lotta spirituale, sia interiore che esteriore? In quale modo possiamo affrontare questa lotta e come possiamo uscirne vincitori? Dobbiamo contare soltanto sulle nostre misere forze o possiamo contare sul potente aiuto che ci viene dalle armi che Dio mette a nostra disposizione?­­