sabato, Gennaio 19, 2019
Home 2016 Febbraio

Archivi Mensili: Febbraio 2016

La moltiplicazione delle porte sante, ormai sparse in tutto il mondo, e il conseguente superamento dell’unica porta santa romana, ha provocato un moto di delusione soprattutto negli operatori turistici romani che non stanno ottenendo i benefici economici sperati grazie al cosiddetto “Giubileo della Misericordia”.
Qual è il messaggio che Gesù ha voluto trasmetterci identificando la nostra presenza nel mondo a quella del sale nei cibi che mangiamo? Quale la nostra responsabilità quando del sale non si avverte il sapore, perché è diventato insipido? Da dove scaturisce la luce che può farci vivere come “luce del mondo”? In quale modo possiamo mantenere viva questa luce perché non si affievolisca e non rimanga nascosta?
Quali possibili spiegazioni possiamo dare umanamente alla tomba di Gesù rimasta vuota? E perché sono spiegazioni del tutto improbabili e perciò insostenibili? Quali furono gli aspetti salienti del ministerio di Gesù fra la sua risurrezione e la sua ascensione? In quale modo il ritorno di Gesù al Padre costituisce, allo stesso tempo, l’apoteosi e il punto di arrivo della sua prima venuta sulla terra e il presupposto assolutamente necessario per preparare la sua seconda venuta?
In un Paese come il nostro, culturalmente e politicamente influenzato da sempre dalla chiesa cattolica, si riuscirà mai ad applicare seriamente e concretamente l’uguaglianza sancita dalla carta costituzionale? Oppure dovremo rassegnarci ad una sua cronica inadempienza? Due iniziative, una della Regione Lombardia, l’altra del Governo centrale
Quando parliamo di pressione, siamo abituati forse a pensare che questa possa avvenire anche nel nostro mondo occidentale? Oppure la collochiamo soltanto in zone del mondo notoriamente difficili per la vita di una comunità cristiana? Eliseo Casals, servitore a pieno tempo dal ’91, uno degli anziani di un’assemblea di Barcellona, impegnato in diversi ministeri a livello nazionale e attuale direttore della Scuola Biblica “Scritture on-line”, ci dimostra invece il contrario, stimolandoci ad alcune importanti riflessioni.