sabato, Gennaio 19, 2019
Home 2016 Giugno

Archivi Mensili: Giugno 2016

Qualche settimana fa è stata approvata definitivamente la legge che consente alle coppie omosessuali e alla coppie eterosessuali conviventi ma non sposate di veder riconosciuta legal­ mente la loro relazione e di acquisire, di conseguenza, alcuni diritti cosiddetti “civili”.
Quali sono gli elementi di continuità e quali quelli di discontinuità che emergono, nel­ la storia della Chiesa degli inizi, fra giudaismo e cristianesimo? Quali avvenimenti determinano, oltre alla discontinuità, una vera e propria rottura? A chi possiamo oggettivamente attribuire la responsabilità di questa rottura sulla base delle testi­ monianze storiche raccolte e raccontate da Luca?
Abbiamo mai pensato che il tipo di lavoro che svolgiamo e soprattutto il modo con il quale lo viviamo in ogni giornata condizionano molto il cammino della propria fami­ glia e l’armonia della vita familiare? Quali sono le priorità giuste che Dio ci indica per orientare e determinare le nostre scelte? Quale chiave ci viene indicata dalla Parola di Dio per essere appagati e soddisfatti sul lavoro e, di conseguenza, anche in famiglia?

Paternità…

Come mai fra le qualifiche richieste agli anziani delle chiese locali spicca quella che richie­ de loro una buona gestione del proprio nucleo familiare e, in particolare, dei figli? Oltre quella, che comunemente definiamo “carnale”, esiste un’altra paternità che possiamo definire “spirituale”: quale è il valore di questa seconda paternità? Quali insegnamenti possiamo raccogliere dall’esempio biblico per eccellenza di paternità spirituale: quello vissuto dall’apostolo Paolo con il suo “diletto figlio” Timoteo?

L’odio di Dio

Nella rivelazione che Dio fa di se stesso attraverso le pagine della Bibbia ci parla in modo particolare del suo amore per l’uomo peccatore, ma ci parla anche del suo odio verso il peccato e del suo avere in abominio chi lo commette: come sono conciliabili queste due realtà? Cioè come è possibile nella stessa persona di Dio la coesistenza di amore (“Dio è... Amore”!!) e di odio e ira?